JUST DO IT


PASCAL, PRINCIPIO DI

“La pressione esercitata su un punto qualsiasi di un fluido si trasmette in tutte le direzioni con uguale intensità”


Un subacqueo in immersione è sottoposto alla pressione dovuta alla colonna d’acqua che lo sovrasta.

Tale pressione però non agisce solo sul lato del corpo che guarda la superficie, ma lo avvolge completamente agendo allo stesso modo su ogni centimetro quadro del corpo.


Nella vita di tutti i giorni, questo principio è alla base del funzionamento del sistema dei freni di un’automobile, del martinetto idraulico, dell’impianto dell’acqua di una abitazione…

Quando siamo sott’acqua, osserviamo come ci sia la stessa pressione ad una certa profondità ovunque, anche all’interno di una grotta, dove sembra che ci sovrasti una colonna di acqua minore rispetto all’esterno.



P.D.D.

Acronimo di Patologia Disbarica da Decompressione, è una malattia che deriva da una riduzione della pressione nell’ambiente che circonda l’organismo.

La PDD comprende due patologie,  che presentano segni e sintomi simili, anche se provocate da  problematiche differenti:


- la Malattia Da Decompressione (MDD), causata da bolle di gas nei tessuti

- l’Embolia Gassosa Arteriosa (EGA), causata da bolle di gas nel circolo sanguigno


In entrambe le patologie, il primo intervento consiste nel far distendere il soggetto, somministrargli ossigeno puro al 100%, dare da bere acqua ed evitare di fargli fare sforzi fisici.

Contattare immediatamente il più vicino centro di medicina iperbarica; è fondamentale un intervento tempestivo, al fine di ridurre il rischio di lesioni permanenti.

Per questo motivo ogni diving center, imbarcazione per immersioni o gruppo di subacquei, deve disporre sempre di un apposito kit di somministrazione di ossigeno.

Nella maggior parte dei casi di PDD, sarà necessario un trattamento in camera iperbarica, tramite il quale il subacqueo verrà portato ad una determinata pressione, che consentirà all’organismo di riassorbire le bolle di azoto formatesi e liberarle tramite la respirazione.


PEDAGNO


Pallone stretto e lungo (a forma di siluro) dotato di una sagola di lunghezza variabile (5 mt. e oltre), che è possibile gonfiare in immersione tramite l’erogatore; il pedagno pieno d’aria salirà in superficie segnalando la presenza del subacqueo ancora prima della sua emersione.


E’ uno strumento molto utile e in alcuni paesi, come in Italia, è una dotazione di sicurezza obbligatoria per ogni subacqueo, da utilizzare nel caso si dovesse emergere lontano dal punto di ingresso in acqua, dando modo di essere individuati dalle imbarcazioni.










Coni e A.S.C. affiliazione n° 24497 | e-mail: info@clubsubamicidelmare.it | cf.:94584920154 Contatti: +39 347 4592676 - 338 4586096